Crea sito
martedì, 2019-10-15





Hanno tutti ragione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 09 Luglio 2010 16:39

Non leggo quasi mai romanzi di 300 pagine.  Sono prevenuto sulla lunghezza o cerco alibi alla mia pigrizia di lettore.  Ma il libro di Sorrentino,  scoppiettante e, spesso, sorprendente  si fa leggere con una certa fluidità.  La cosa che più mi ha colpito è il linguaggio abbondante e vivace, colorito ed espressivo, variegato e, perfino, innovativo.  La storia è ben collocata ed i personaggi eccesivi e credibili ad un tempo.  Sullo sfondo il decadimento civile dell' italietta dove purtroppo la "filosofia"  del " dare  ragione a tutti " è diventata una tecnica di sopravvivenza e dove le verità amare così come le persone autentiche vengono sepolte dalla superficialità, dai disvalori, dalla mancanza di "sfumature" e dalla povertà del linguaggio  dei nuovi  potenti.  Nel libro viene anche citata cinque o sei volte la matematica con grande rispetto o in una luce positiva e questo è un ulteriore buon segno.

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Luglio 2010 17:35